Amazon Bimbo
Bimbo che medita
Home » BAMBINO » Yoga a ritmo di gioco per i piccoli. Per la pratica non è mai troppo presto

Yoga a ritmo di gioco per i piccoli. Per la pratica non è mai troppo presto

Un riequilibrio completo, di corpo e mente: lo yoga è un toccasana per affrontare la vita e dà grandi benefici in termini di elasticità corporea e rilassamento, emotivo e mentale.

Come ben sanno i tanti appassionati, che praticano lo yoga da adulti. Ma non è mai troppo presto per cominciare: lo yoga aiuta anche a crescere bene, fisicamente ed emotivamente, i bambini e i ragazzi.

Grazie alla pratica infatti, anche i più piccoli possono imparare a socializzare, crescere in armonia, in un luogo di gioco e a contatto con loro coetanei. Una pratica perfetta anche per imparano la respirazione corretta, entrare in contatto col proprio corpo, dedicarsi agli altri e conoscere i segreti della natura e del pianeta, per rispettarlo.

Insomma nell’universo yoga c’è tanto e molto di più che non solo una pratica per raggiungere il benessere del corpo e della mente.
Lo yoga, poi, migliora la concentrazione e stimola l’equilibrio e l’elasticità. Grazie alla conoscenza del proprio corpo, favorisce la libertà di espressione fisica e aiuta una corretta respirazione. Fondamentale, per prevenire disturbi che con il tempo e la crescita si cronicizzano. Come rigidità alla schiena, cefalee e cervicali.

Con lo yoga, più spazio al gioco, che diventa fondamentale strumento di crescita, migliora la conoscenza di se stessi e la socializzazione. Permette di esprimere al meglio emozioni e stati d’animo, riduce ansia, stress e aggressività.

Grazie allo yoga i più piccoli hanno occasione di nutrire la loro intelligenza razionale e emotiva per imparare a conoscere il mondo. Così facendo, i più piccoli apprenderanno meglio gli stimoli esterni.

Yoga: non è solo questione di postura

Ma attenzione, perché lo Yoga per bambini non è una semplice duplicazione della pratica seguita dagli adulti, che hanno come riferimento le asana, vale a dire le posture statiche che ricordano elementi della natura, forme geometriche, o oggetti comuni.

Si distinguono diverse asana, a seconda che siano posture in piedi e in equilibrio. Poi ci sono i piegamenti indietro, quelli laterali e quelli in avanti. E ancora: torsioni e posture capovolte.
Ci sono diverse tipologie di yoga, a seconda degli stili. Ma la pratica di yogasana, cioè delle sequenza di posture yogiche, è comune a tanti stili e scuole di yoga. Quello più comune è conosciuto come Hatha Yoga. Gli altri sono classificati come tecniche bandha, mudra, e pranayama.

È comunque buona norma conoscerle per aiutare i più piccoli a “giocare” con lo Yoga. Perché lo yoga per i più piccoli va inteso e fatto percepire loro innanzitutto come gioco e movimento sano.
Lo yoga per i più piccoli, rispetto alla pratica per lo più individuale degli adulti, è prima di tutto un incontro nel quale si possono inserire tante dinamiche differenti: si può partire da un esercizio di riscaldamento per introdurre il gioco di squadra o a coppia.

E ancora: si possono adattare le asana alla gestualità dei più piccoli, sempre adeguate alla loro fase di sviluppo.

Si può ascoltare musica, raccontare la natura a partire dai gesti, parlare di arte e amicizia, colorare, imparare a disegnare mandala, raccontare le emozioni con l’accompagnamento della musica o ascoltando fiabe…

Quando e quanto dura una lezione di yoga 

La durata di una lezione di yoga può andare da un minimo di mezzora a un massimo di un’ora e mezza. Dipende dall’età dei partecipanti. Le scuole propongono corsi a partire dai due anni.

Come praticare lo yoga

I movimenti nella pratica delle asana sono sempre dolci, lenti e devono essere guidati, per consentire ai bambini di acquisire sicurezza e superare l’inevitabile imbarazzo. Quanto più le asana sono presentate in modo ludico e allegro, tanto più i bambini seguiranno con attenzione e partecipazione. Va comunque fatto intendere che si sta facendo qualcosa di serip, per il proprio benessere. Quindi va rispettato il silenzio durante le lezioni, lasciando però spazio alle domande e alle curiosità. Insomma, un po’ di disciplina va garantita.

Piccoli spettacoli improvvisati dal maestro o il mimo di una favola possono essere il modo migliore per condurre una lezione.
Fondamentale è l’ambiente: gli incontri di yoga per bambini devono svolgersi in un’atmosfera ludica. Spazio allora ai colori tenui, a un ambiente confortevole, accogliente e ben areato.

Come materiale che non deve mai mancare, bastano abiti comodi, un tappetino e calze anti-scivolo.

E visto che nello yoga per bambini è, come abbiamo già ricordato, molto importante focalizzarsi sul movimento, le attività ludiche e la relazione con gli altri, la relazione con i presenti, insegnante e gruppo di partecipanti, è molto importante.

È importante che i bambini siano seguiti da una persona qualificata, cioè da un insegnante che abbia seguito un suo percorso professionale nella pratica dello yoga. Gli stessi genitori possono seguire un corso di formazione in proposito per poter avvicinare al meglio alla pratica i propri figli.

Meditare

E poi c’è la meditazione. Non è mai troppo presto per cominciare. Come per gli adulti, la meditazione è un momento di rilassamento che può aiutare da subito a sentire il proprio corpo, a partire dalla respirazione.

Gli incontri di yoga per bambini si possono concludere con alcuni minuti di meditazione o di rilassamento. La durata dipende dall’esperienza: si parte da pochi minuti per arrivare a un quarto d’ora. E’ tutta questione di allenamento.

I benefici dello Yoga

L’idea può essere facilmente trasmessa nelle scuole: le aule possono essere facilmente adattate, spostando banchi e sedie, per far spazio ai tappetini.

Magari durante le lezioni delle materie tradizionali, presentandola come un momento di relax per ritrovare la concentrazione allentare la stanchezza. E recuperare una postura corretta, dopo tante ore seduti.

O, perché no? Proporlo come opzione nell’orario dell’educazione fisica.
Ecco allora che praticare yoga fin da quando si è bambini può rivelarsi fonte di tanti benefici da non sottovalutare.

Non si deve infatti dimenticare che i bambini trascorrono tante ore della giornata seduti, a scuola o a casa per i compiti. Il rischio di assumere posture scorrette, magari stando curvi sui libri o non ben appoggiati con la schiena allo schienale, è dietro l’angolo.

Spesso ci si dimentica dell’importanza di dedicare del tempo al gioco e al movimento.

Dedicare tempo allo yoga aiuta quindi a riportare un equilibrio sano tra il tempo dedicato ai doveri, ai divertimenti e al relax nelle giornate dei più piccoli. Non servono grandi spazi.

Così come per i grandi, anche per i bambini lo yoga aiuta a migliorare l’elasticità e la flessibilità. Rafforza i muscoli, potenziandoli, favorisce l’equilibrio e aiuta a trovare la coordinazione. Il tutto, entrando in contatto col proprio corpo.

E ancora, lo yoga, grazie alla lentezza dei movimenti e alla fluidità delle asana, aiuta a ritrovare calma e di relax. Permette ai bambini di giocare, di fare attività fisica e allo stesso tempo di entrare in contatto con il proprio sé, con gli altri e con il mondo che li circonda.

Dove praticare

Nelle città non è difficile trovare nei centri yoga o nelle palestre, programmi di incontri, laboratori e corsi di yoga per i più piccoli, oltre alle classiche lezioni di yoga dedicate agli adulti. 

Anche nelle scuole, da quella per l’infanzia fino alle scuole primarie e secondarie di primo grado, si diffondono sempre più di frequente negli ultimi anni classi dedicate allo yoga, tra le ore di lezione. Lezioni affidate a insegnanti qualificati.

Molti istituti lasciano a disposizione le aule per attività pomeridiane o nel pre-scuola.

Se nella scuola dei vostri figli non è ancora disponibile, perché non presentate voi stessi una proposta, come attività alternativa nei progetti extracurriculari?

Tante scuole accettano idee e proposte originali e adatti a tutti. Una bella occasione per far conoscere una pratica antica che porta a chi la pratica tanto benessere.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.