Amazon Bimbo
Vaschetta per il bagnetto: scegliere quella giusta
Home » PRODOTTI PER L'IGIENE » Vaschetta per il bagnetto: scegliere quella giusta

Vaschetta per il bagnetto: scegliere quella giusta

Il momento del bagnetto è uno dei migliori della giornata: dopo le prime ritrosie, il bebè riscopre l’acqua come elemento primordiale e apprezza ogni momento, associandolo al gioco. A partire dagli schizzi e dal contatto con la mamma e il papà. Già, perché oltre che indispensabile per la cura e l’igiene, il bagnetto è un momento di grande scoperta per tutti. Spazio al relax in questo momento magico!

Un momento magico

Non è dunque solo un’abitudine importante per l’igiene, ma un momento di benessere. Attraverso i movimenti e giocando nell’acqua, il piccolo scopre il suo corpo. Si rilassa. E dunque immergersi nell’acqua favorisce lo sviluppo cognitivo e stimola emozioni e relazioni. Come le neomamme sanno, immergendo e carezzando il piccolo nell’acqua, l’interazione è un momento magico. Sorrisi, scherzi, risate: non solo per la mamma. Anche nel piccolo questi momenti restano indelebili.

Non solo. Il bagnetto stimola odorato e tatto. La magia e lo stimolo degli schizzi stimola il piccolo ad avere attenzione a ciò che di nuovo accade intorno a lui. E prende confidenza con l’acqua. Un elemento intrinseco al bebè, il primo di cui ha conoscenza. E col quale si confronterà sempre. A fine giornata, poi, regala  benessere e relax. E favorisce il sonno. Il modo migliore per prepararsi alla nanna.

Quando fare il primo bagnetto

Bagnetto sì, ma con attenzione. Perché il neonato, nei primi mesi di vita, ha una pelle molto delicata. La barriera cutanea che la ricopre è fragile. Attenzione a utilizzare tutte le precauzioni possibili. A partire dalla temperatura dell’acqua e dal sapone, che deve essere delicato. E’ bene poi prevenire arrossamenti, evitando spugne aggressive e prediligendo quelle naturali. Durante il bagnetto del neonato è bene poi fare attenzione soprattutto agli occhi e alle parti intime.

L’abitudine del bagnetto inizia molto presto. Ma attenzione a farlo nel momento giusto. Qual è? La caduta del moncone del cordone ombelicale. La ferita deve essersi cicatrizzata, per evitare che questa parte delicatissima del corpo si infetti. Nell’acqua potrebbero esserci microrganismi e rallentare la guarigione e la cicatrizzazione.

Una routine, quindi. Un’abitudine che resterà nel tempo e che favorisce, come detto, lo sviluppo dell’odorato e anche del tatto. Perché è in questo momento che il piccolo interagisce profondamente con mamma e papà. 

Dove fare il bagnetto

A meno che non si abbia un lavello vecchio stile, profondo e largo, si può optare per le vaschette da bagno, specifiche per il bebè.  Gli elementi da tenere in conto sono tanti, a partire dalla sicurezza e dalla praticità. I modelli a disposizione sui principali canali di ecommerce sono tanti. E’ bene valutarne tutte le caratteristiche per fare la scelta giusta.

La scelta della vaschetta dei piccoli è una cosa che va fatta con cura perché il bagnetto deve rimanere un momento rilassante sia per il neonato che per la mamma. E per fare in modo che sia effettivamente così, la vasca deve essere sicura, comoda, pratica e, se richiudibile, agevole e sicura.

prezzi e vendita migliori prodotti amazon

Vaschette per il bagnetto per i bambini: cose importanti da valutare

Vaschette dalle più tradizionali alle più innovative: sulle piattaforme di vendita online ne esistono di tutti i tipi. Ci sono quelle che si appoggiano su un piano, a quelle autoreggenti, col supporto. E ancora, di plastica rigide a gonfiabili. Nella scelta della migliore bisogna prima di tutto prendere le misure dello spazio che si ha a disposizione. Lasciate in secondo piano il design e l’estetica.

Dove va posizionata la vaschetta da bagno

Se si ha già chiaro dove si posizionerà si è già un passo avanti. Prendiamo quelle con le gambe: non hanno bisogno di supporto, ma attenzione perché l’ingombro non è trascurabile. Se lo spazio manca, meglio optare per una delle comuni vaschette di plastica: sono più adatte perché possono essere portate per casa e appoggiate un po’ ovunque, su un ripiano, la lavatrice, un mobiletto, o direttamente sul pavimento.

Quanto deve essere grande la vaschetta

La dimensione della vaschetta va calcolata considerando che il neonato non ha bisogno di muoversi molto, visto che è sorretto dalla mamma. E’ sufficiente quindi un vaso piccolo, lungo, stretto e raccolto. Si può però anche decidere di comprarne una più grande, così da poterla utilizzare anche quando il piccolo cresce. Ne esistono infatti di dimensioni più profonde, dove il piccolo possa muoversi più liberamente. In questo caso però, per i primi mesi, è bene acquistare un riduttore. Ne esistono in commercio di modelli già convertibili, per i primi mesi come per quelli successivi. Il costo sale, ma a conti fatti, se si è sicuri di optare per questa soluzione, si risparmierà. 

La vaschetta per fare il bagnetto deve essere pratica

Se è pronta all’uso è meglio, se non lo è, perlomeno deve essere agevolmente richiudibile o facile da montare. Stessa regola per la pulizia: troppi angoletti e spigoli coperti non consentono di igienizzarla a dovere.

La certificazione del marchio per la vaschetta sicura

Come per tutti gli accessori destinati ai più piccini, una vasca per il bagnetto per essere di qualità deve essere stabile, antiscivolo e non avere spigoli: spazio bordi lisci e arrotondati. La regola numero uno nella scelta è quindi verificare che sia in linea con le normative di sicurezza.

Il marchio di fabbrica sulla vaschetta 

Optare per marchi che tradizionalmente producono questo tipo di accessori è una garanzia: le case che per tradizione si occupano di queste impiegano lavoro, studio e sviluppo e sono più affidabili in termini di qualità di confort, innanzitutto, ma anche di solidità e materiali, garantendo una durata nel tempo, se per esempio sono in arrivo fratellini. Fate molta attenzione alle certificazioni previste dalla legge.

Quanto spendere per una vaschetta da bagno

I prezzi variano da alcune decine di euro a un centinaio: farsi un’idea è sempre opportuno, così come guardare le recensioni e feedback di chi la ha già acquistata sui principali siti di ecommerce. Occhio a sconti e offerte: in un periodo di grandi scorte di pannolini e accessori per la prima infanzia fanno sempre piacere!

Ecco le tipologie di vaschette per il bagnetto

Le tipologie variano a seconda dei materiali utilizzati e dalla struttura.

La vaschetta in plastica rigida

Questa tipologia è la più tradizione e anche la più comune. Ce ne sono di tutti i tipi e forme per soddisfare tutte le esigenze.

La vaschetta da bagno con il supporto

In questa tipologia di vaschetta da bagno, il supporto è di metallo o legno. Sono sicuramente più ingombranti della vaschetta senza supporto, ma sono molto confortevoli perché essendo alte e permettono alla mamma e al papà di lavare il bambino senza doversi piegare e quindi sforzare la schiena. Spesso hanno ripiani, basi di appoggio o vaschette che fanno comodo per avere bagnoschiuma, shampoo, cremine e asciugamano. 

Vaschetta da bagno pieghevole

Se si ha poco spazio in casa, e il bagno è molto piccolo, la vaschetta pieghevole è una soluzione ideale, perché garantisce la stabilità e può essere utilizzata anche nel piatto doccia o nella vasca da bagno, così come su qualsiasi piano stabile.

Vaschetta da bagno gonfiabile

E poi c’è l’opzione risparmia-spazio per eccellenza: la vaschetta da bagno gonfiabile. Lo spazio è ridotto e può essere riposta ovunque. All’interno spesso ha un appoggio ergonomico per evitare lo scivolamento del bambino e hanno un costo piuttosto ridotto. Sembra quindi una valida alternativa alla pieghevole, con il vantaggio di essere portate anche in viaggio, al mare o in montagna o a casa dei nonni.

Quando ancora non si sta seduti…

Che sia un riduttore, un seggiolino studiato a posta, un cuscino, un materassino, tutti questi supporti sono adatti per dare il giusto sostegno al bambino. Che potrà sguazzare tranquillo, e la mamma non doversi preoccupare di scivoloni pericolosi. Naturalmente vanno utilizzati sempre sotto la supervisione di un adulto.

prezzi e vendita migliori prodotti amazon

Altri articoli:

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.