Amazon Bimbo
Uno smartphone come mamma e papà. A sua misura e sicuro
Home » PRODOTTI PER IL GIOCO » Uno smartphone come mamma e papà. A sua misura e sicuro

Uno smartphone come mamma e papà. A sua misura e sicuro

Lo smartphone per bambini, quando è il momento giusto? Non c’è una risposta che vada bene per tutti. Quel che va fatto è valutare pro e contro della scelta di affidare a un bambino questo strumento. Il rischio è che ne abusi, quindi prestate grande attenzione. Se si sceglie di percorrere questa strada, sui principali canali di e-commerce ci sono molti prodotti, studiati proprio per l’infanzia. Molti marchi specializzati in giochi per bambini hanno infatti lanciato da tempo sul mercato dei modelli adatti proprio ai più piccoli. Questi prodotti hanno un design moderno e con una tecnologia tale da ricordare molto lo smartphone di un adulto.

Soprattutto quando i bambini iniziano ad allontanarsi da casa da soli, gli smartphone diventano un mezzo di comunicazione importantissimo e indispensabile per la serenità dei genitori. Non ci si preoccuperà più degli spostamenti e del tragitto casa-scuola, perché sarà sempre possibile sapere dove si trova il bambino grazie a una semplice chiamata. E anche ad app apposite. E poi i più piccoli non vanno sottovalutati. Molti trattano il loro cellulare meglio di quanto faccia un adulto. Un incidente può capitare a tutti, ma se è solido e protetto il cellulare resisterà a ogni tipo di urto e colpo.

Gli smartphone per bambini

Gli smartphone per bambini sono studiati per rispondere in modo sicuro alle richieste di autonomia dei bambini che navigano, parlano e giocano. Con questi sistemi, i più piccoli possono farlo in tutta sicurezza anche grazie ad applicazioni di controllo da parte dei genitori. Alcuni modelli hanno un braccialetto collegato allo smartphone che conta i passi fatti, così da poter registrare i progressi e incoraggiare il piccolo al movimento, e così darsi obiettivi stimolanti.
All’interno di questi cellulari sono presenti app studiate per loro, per imparare giocando. Alcuni poi hanno una tv interattiva per l’edutainment per entrare in contatto con contenuti educativi e divertenti selezionati appositamente per loro.

Smartphone sì o no?

Il dilemma si presenta a tutti i genitori. Smartphone sì o no? Dei vantaggi, legati alla sorveglianza quando i bambini e ragazzi iniziano a muoversi in autonomia, abbiamo parlato. Ci sono però alcune accortezze da osservare, quando si lascia lo smartphone in mano a dei bambini. Prima di tutto, i genitori devono essere consapevoli dei pericoli legati al rischio che i loro figli possano avere accesso a contenuti inappropriati in caso di utilizzo errato del cellulare. Ma accanto a una minaccia, dalla tecnologia c’è anche sempre uno strumento per scongiurarla. Non c’è dubbio insomma che grandi e piccoli oggi possano avvantaggiarsi della tecnologia offerta da uno smartphone.

prezzi e vendita migliori prodotti amazon

Smartphone o tablet?

Per i più piccoli esistono sui principali siti di ecommerce anche tablet, studiati per una fascia di età che va dai tre ai sei anni. Si tratta di veri e propri tablet con sistemi operativi comuni ai normali tablet per adulti, per favorire il primo approccio dei più piccoli al mondo digitale e garantire un divertimento adeguato da vivere in totale sicurezza. Il tablet, come lo smartphone, è una strada per creare una connessione fra mondo digitale e mondo reale e stimolare la manualità dei bambini. Tante le funzioni, per realizzare piccole creazioni. Questi tablet hanno normalmente anche la fotocamera.

Il cellulare in mani sicure

Il cellulare nelle mani di un bambino è a rischio rottura o usura precoce: inavvertitamente potrebbe finire nell’acqua o sulla sabbia. O essere dimenticato sul prato. Ecco allora che il cellulare deve essere ben solido e dotato di una custodia protettiva e di una pellicola trasparente. Non necessariamente serve il modello più aggiornato o alla moda, è sufficiente che sia adatto alle necessità dei più piccoli, quindi dotato delle funzionalità di base.

Come scegliere lo smartphone

Prezzo, ma non solo. Nella scelta del primo smartphone da dare ai vostri figli, tra le caratteristiche da considerare ci sono poi le dimensioni, il sistema operativo e la sicurezza. Tenete presente che non mancano i modello pensati proprio per loro. Vediamoli.

Gli smartphone per bambini

Le caratteristiche comuni a questi smartphone sono normalmente la possibilità di inserire una SIM, generalmente la navigazione 4G, lo schermo 5” e un sistema operativo Android. La memoria non supera i 16 GB e sono tutti collegabili al wifi. Sono dotati di foto e videocamera e bluetooth. Proprio come un cellulare da grande!

Smartphone a misura di piccoli

E’ preferibile che il cellulare non sia troppo grande: deve essere maneggevole, considerando la grandezza delle mani di un bambino. E’ vero che lo smartphone con un schermo largo consente al piccolo di non sforzare troppo la vista. Ma è bene non esagerare. Anche se maneggevole però raccomandatevi di tenerlo in tasca, meglio ancora in un marsupio. Non si attraversa mai la strada leggendo un messaggio: una regola banale, ma mai troppo per chi ha l’entusiasmo di un nuovo accessorio così tecnologico e invitante. In ogni caso un cellulare di piccole dimensioni si adatta meglio alle mani o alle tasche di un bambino e si è sicuri che il piccolo non lo dimentichi.

Il prezzo giusto

Il miglior cellulare non necessariamente è quello all’ultimo grido. Così come va bandita la gara a chi ha il cellulare più costoso: si inizia da subito a educare i piccoli ai sani principi. I bambini potrebbero non avere la manualità dei grandi, quindi non vale la pena investire grandi cifre. La media di prezzo di uno smartphone per bambini parte dai cento ai trecento euro. Non c’è una grandissima differenza tra le caratteristiche dei meno costosi e di quelli su fasce di prezzo molto più alti. La raccomandazione è leggere attentamente le descrizioni sulle caratteristiche e controllare la garanzia. Un’estensione di quest’ultima può fare la differenza.

Uno smartphone resistente e di qualità per un bambino

Le mani di un bambino non sono il posto più sicuro per un cellulare. Passato l’entusiasmo e la cura delle prime ore, il rischio è che il bambino non stia attendo a evitare cadute e graffi. Per prevenire danni, che possono costare cari, si consiglia di acquistare una pellicola per proteggere lo schermo, meglio se in vetro temperato: ormai ce ne sono per tutte le tasche. Questa protezione permetterà di prevenire graffi e crepe che nei casi più gravi lo renderanno inutilizzabile. Molto utili per garantire una protezione assoluta sono anche le custodie. Sui principali siti di ecommerce non c’è che l’imbarazzo della scelta. Per un bambino è preferibile una custodia a portafoglio: protegge meglio lo schermo e le comode tasche accessorie permettono di tenere a portata di mano la tessera dell’abbonamento ai mezzi pubblici.

La custodia più bella!

Scegliere la custodia più bella è un gioco da ragazzi. La competizione, che non va incoraggiata nella scelta del modello più all’avanguardia, può essere stuzzicata nella personalizzazione della custodia. Online ci sono tante soluzioni, anche resistenti all’acqua, ma attenzione, agli schizzi, non per immergere tutto il cellulare. Si può scegliere tra tante custodie, per tutti i gusti e tutte le tasche.

Lo smartphone sicuro

I rischi comunque non mancano. I pericoli cui si va incontro quando si dà un cellulare in mano a un bambino sono legati al rischio di essere approcciati online da adulti malintenzionati. Oppure, a insaputa propria e dei genitori, esposto a contenuti inappropriati per l’età.

Un controllo è fondamentale, perché un bambino da solo non può comprendere che i contenuti adatti ai social media o a un gruppo WhatsApp di amici potrebbero essere divulgati anche all’esterno di questi social (apparentemente) ristretti. Ecco allora che la soluzione è stabilire sin dal principio regole ben precise, condivise dal bambino così come dagli adulti. Che in sua presenza devono dare il buon esempio.

Regole prima di tutto sui tempi e limiti di utilizzo, e poi sulle applicazioni che si possono o non possono scaricare.

Infine, è bene chiarire quali foto e post si possono condividere sui social. Del resto, i principali social network vietano l’accesso ai social ai minori di 13 anni.

(Non) Utilizzare lo smartphone mentre si cammina

Tra le regole fondamentali da mettere subito in chiaro c’è questa: per strada il cellulare va messo in tasca, meglio ancora nello zaino o nel marsupio. E va tenuto in carica a casa per evitare che, quando si è fuori, non abba sufficiente batteria per rispondere alle telefonate o chiamare mamma e papà in caso di bisogno. E’ importante poi raccomandarsi di inserire i codici d’accesso, per evitare che, se il cellulare viene smarrito o dimenticato, qualcuno si appropri dei dati o ne renda impossibile il ritrovamento. L’impronta digitale o il riconoscimento facciale è sicuramente il metodo più sicuro. Se c’è un codice, è bene che questo sia condiviso con voi. In caso di smarrimento, è sempre utile installare una app che ne individui la posizione, collegandolo al vostro telefono.
prezzi e vendita migliori prodotti amazon

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.