Amazon Bimbo
Massaggio neonatale
Home » NEONATO » Massaggio neonatale: i benefici

Massaggio neonatale: i benefici

Il massaggio neonatale ha tanti benefici sullo sviluppo del bambino, il fattore principale è che dona al bebè un rilassamento che concilia il suo sonno.

L’ epidermide è l’organo più esteso del nostro corpo e da quando si è in vita il contatto pelle a pelle riproduce per ogni neonato una vera e propria sorgente di nutrimento, così come il latte materno.

Il massaggiare il neonato o la neonata significa per i genitori, imparare a comprendere i segnali del rampollo.
In questo modo s’instaura con lui un dialogo profondo che va al di là delle frasi.

Imparare la pratica del massaggio neonatale, non indica solo comprendere una tecnica, ma vuol dire anche avere a disposizione un utile strumento per comunicare meglio con il proprio bambino.

Se state leggendo il nostro articolo, é probabile che non avete mai sentito parlare di questa pratica di rilassamento ed è probabile che vi state ponendo questa domanda: «Ma perché massaggiare un lattante? È per caso un nuovo tipo di terapia? Che scopo ha il massaggio al neonato?».

Ora cercheremo di rispondere alle vostre domande.

Gli ormoni della felicità tramite la pratica del massaggio

I piccoli, tramite la pratica del massaggio eseguito dai genitori, si tranquillizzano grazie alla produzione degli ormoni della felicità, quindi il loro stress piano piano svanisce.

Ma, questa azione non è l’ideale solo per i bambini, lo è anche per i genitori, poiché il massaggiare rinforza il legame affettivo e il processo di attaccamento.

Di conseguenza aiuta la madre e il padre a conoscere il loro piccolo che, a sua volta, studia ad osservarli, avvertendo contemporaneamente di essere amato, vezzeggiato ed ascoltato.

Il massaggio neonatale

Il massaggio infantile, aiuta il bimbo a stare meglio in caso di piccoli fastidi. Nei vari anni, molteplici studi scientifici accompagnati dall’esperienza di diversi genitori in tutto il mondo, hanno via via rafforzato questa tesi.

Massaggiare il bebè dona al suo corpo notevoli effetti positivi. Il massaggio scarica le tensioni causate da situazioni nuove, stress o piccoli malori, dando conforto al piccolo.

Stimola e rafforza la regolarizzazione del sistema nervoso, fa circolare bene il sangue nelle vene, migliora la respirazione e se il bimbo ha l’intestino pigro, il massaggio sulla pancia è un toccasana.

In più, impedisce e dà sollievo al disagio delle coliche gassose.
Il massaggio agevola il corpicino dell’infante alla conoscenza del suo schema corporeo, lo aiuta a coordinare i movimenti e velocizza le connessioni tra le cellule del cervello.

Molto spesso i genitori si avvicinano al massaggio infantile perché questa azione è di grande sollievo durante le cosiddette “coliche”. Otre a tutto ciò vi può sembrare strano ma si affievoliscono anche i fastidi della prima dentizione.

La stimolazione manuale favorisce il bonding

La stimolazione manuale favorisce il bonding, quel legame che nasce tra i genitori e il loro bambino, immediatamente dopo la nascita. Facilita lo scambio di messaggi affettuosi.

Anche in circostanze particolari, come l’adozione e l’affido, il massaggio infantile è un’esperienza di contatto positiva e tranquillizzante, che aiuta i neogenitori a realizzare un legame colmo d’amore.

Il timore del massaggio neonatale

Il padre e la madre possono delle volte riscontrare un po’ di timore nel massaggiare quel corpicino piccino per paura di fargli male. Questa paura è infondata perché il massaggio neonatale è una reazione che spesso i genitori praticano spontaneamente.

Ad ogni modo, se non siete convinti su questo tipo di pratica, è possibile partecipare a un corso di massaggi neonatale.

In queste associazioni troverete il personale altamente professionale che, vi aiuterà ad acquisire più fiducia in voi stessi.

Vi mostreranno la sequenza dei massaggi su una bambola didattica, oppure potrete chiedere al vostro pediatra che, sicuramente saprà darvi ottimi consigli.

Quando cominciare il massaggio al tuo bebè?

Il massaggio al tuo bebè può essere eseguito dalla nascita a 12 mesi, ma anche più a lungo, perché si modifica a seconda delle fasi della crescita del bimbo.  Non vi sono regole fisse, il massaggio si può fare in qualsiasi momento.

Dopo un riposino, dopo un bagnetto, oppure prima della nanna. L’ideale sarebbe però identificare un momento di “veglia quieta”, in cui il bambino non deve mangiare, non deve dormire, o non ha mal di pancia.

Una semplice raccomandazione: il massaggio al neonato, non si deve praticare qualora siano presenti sintomi febbrili.

Massaggio neonatale quando cominciare?

La prima cosa da fare per i genitori, prima di massaggiare il neonato, è quello di ungersi le mani con l’olio di mandorla e strofinarle di fronte al bimbo.

L’olio di mandorla è l’ideale per ogni tipo di pelle, anche per quelle più sensibili. Grazie alle dosi giuste di vitamine, ma principalmente al gruppo della vitamina B.

L’olio di mandorle ammorbidisce la cute, ed è un ottimo emolliente e idrata la pelle. In più lascia sul corpo del tuo bebè un bellissimo profumo.

Anche il suo prezzo è accessibile a tutti
Il piccolo così imparerà ad identificare che, con questo gesto inizierà il massaggio. Quindi, come forma di rispetto, guardandolo negli occhi, gli chiederete il permesso di massaggiarlo.

Da questo momento è tutto un gioco di sguardi, di gridolini, di parole, di movimenti, di gesti e carezze: il ritmo piano piano guida la danza tra genitore e neonato e unitamente li condurrà a uno stato di maggiore serenità, di benessere fisico ma anche interiore.

Ricordate che se, anche il piccolo non parla ancora, avrà mille modi per esprimere se ha voglia o meno di essere massaggiato.

La sequenza di una manipolazione

La fase iniziale di un massaggio al neonato comincia prima accarezzando le gambe, poi l’addome (con un specifica sequenza pensata anche per dare sollievo alle coliche), il torace, le braccia, il viso e per poi terminare con la schiena.

Vi assicuro che i benefici di questa manipolazione li avvertirà quasi subito, si sentirà più tranquillo, più rilassato e la sera cadrà nelle braccia di Morfeo….il Dio del sonno senza fare capricci.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.