Amazon Bimbo
Gli anticorpi ancora non ci sono: meglio lo sterilizzatore
Home » PRODOTTI PER L'IGIENE » Gli anticorpi ancora non ci sono: meglio lo sterilizzatore

Gli anticorpi ancora non ci sono: meglio lo sterilizzatore

Lo sterilizzatore è un ottimo alleato nei primi mesi di vita. I primi anticorpi di un neonato si sviluppano nel suo delicato organismo con il latte materno, mentre la maggior parte di loro verrà maturata con il tempo e la crescita. Quindi appena nato, il bebè non ha ancora sviluppato le difese immunitarie. Questa fragilità determina che una minima esposizione ai germi lo espone al rischio di malattie. Ecco allora perchè è essenziale sterilizzare tutto ciò che porta alla bocca, come ciucci, biberon, tettarelle e anche giochi di plastica dura.

Lo sterilizzatore o la vecchia bollitura?

Lo sterilizzatore per neonati è un’alternativa molto pratica alla sterilizzazione tradizionale fatta con il pentolino. Uno dei principali vantaggi, oltre a tutelarsi dal rischio di schizzi di acqua bollente e di fastidiosi depositi, è che l’acqua del lavandino spesso è ricca di calcare, con il risultato che il biberon, al termine dell’operazione è, sì, impeccabile dal punto di vista dell’igiene, ma ricoperto di una fastidiosa patina biancastra. Lo sterilizzatore per l’infanzia serve per igienizzare e sterilizzare non solo biberon, ma anche ciucci e tutti quegli strumenti che il piccolo utilizza e porta frequentemente alla bocca, dopo essere caduti a terra o esser stati a contatto con oggetti sporchi. Non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Sui portali di e-commerce esistono molti modelli che offrono tante soluzioni, e risposte ad hoc per le singole esigenze.  Ce n’è per tutti i gusti e per qualunque tasca. Per semplificare, gli sterilizzatori si distinguono in tre categorie: si va da quelli a freddo a quelli elettrici. E ancora i modelli utilizzabili nel forno a microonde. Quelli a freddo funzionano senza alimentazione elettrica. In pratica si basano su soluzioni atossiche che evitano le alte temperature. Quelli elettrici sono alimentati da un cavo attaccato alla presa di corrente. Mentre l’ultima categoria si riferisce a speciali contenitori di plastica che possono essere scaldati nel forno a microonde. Passiamo in rassegna le varie tipologie di sterilizzatori, vedendone nel dettaglio le caratteristiche.

I diversi tipi di sterilizzatore per neonato

Alla luce di questi modelli, la prima categorizzazione da fare è la tipologia, cui corrisponde una diversa tecnologia. Ecco allora che, confrontando online i diversi modelli di sterilizzatore da acquistare, la prima cosa da domandarsi è a quale tecnologia ci si voglia affidare. E questo aspetto varia a seconda delle esigenze.

Sterilizzatore a vapore

Per questo tipo di sterilizzatore la tecnologia utilizzata come agente per igienizzare è il calore. All’interno dello sterilizzatore si inserisce una certa quantità di acqua fredda. Un sistema di riscaldamento elettrico porta l’acqua fredda a una temperatura superiore ai cento gradi trasformandola in vapore che uccide germi e batteri. L’operazione dura fino a un quarto d’ora, a seconda di quanto è potente l’apparecchio e del programma scelto. Funziona con alimentazione elettrica, quindi va posizionato accanto a una presa di corrente. Prendete le misure con gli spazi a disposizione.

Sterilizzatore a freddo

Diversamente dal precedente, non ha bisogno di alimentazione elettrica per funzionare, e può essere utilizzato ovunque. Il  meccanismo si basa sull’azione che fa uno specifico agente disinfettante che deve essere messo all’interno di un contenitore nel quale riporre gli oggetti da disinfettare, rispetto a quello a vapore che richiede sempre più tempo, fino a un’ora. Il liquido disinfettante utilizzato è specifico per questo tipo di operazione, quindi atossico. Non serve alcun risciacquo successivo. Nella scelta e nel bilancio economico tra modelli, va considerato il costo del liquido atossico. La praticità consiste nel fatto di poter essere usato anche in viaggio.

Sterilizzatore a microonde

Questo tipo di sterilizzatore è di dimensioni ridotte rispetto a a quello a freddo. La tecnologia utilizzata è la potenza del forno a microonde. Il vantaggio è la rapidità:  il vapore necessario a disinfettare biberon, tettarelle, giochi, vasetti e quant’altro si genera molto velocemente. Una tecnologia che rende questi modelli molto simili a quelli a vapore.

Come funziona? Semplice. Il contenitore ha alla base una vaschetta per l’acqua. Riempito sino al livello indicato, il contenitore andrà inserito con tutti gli oggetti da igienizzare all’interno del forno a microonde. A questo punto, il calore raggiunto genererà il vapore che serve per sterilizzare.

Quanto tempo è necessario? Dipende dalla temperatura e dalla potenza del forno a microonde: leggete le istruzioni per regolarvi. In ogni caso, in pochi minuti, avrete tutto l’occorrente sterilizzato e pronto all’uso. Un’accortezza: aspettate a toccare gli oggetti, che saranno bollenti. Passati in rassegna i tipi di sterilizzatori, vediamo quali sono le caratteristiche di cui tener conto.

prezzi e vendita migliori prodotti amazon

La grandezza dello sterilizzatore conta

Quanto deve essere grande lo sterilizzatore? È un requisito importante, che dovrebbe essere sempre controllato. Se lo sterilizzatore è troppo grande e ingombrante il rischio è che si metta nel ripiano più alto della cucina e…resti lì! A meno che non si abbia a disposizione tanto spazio, meglio optare per uno sterilizzatore che possa adattarsi alla casa. Servirà per diversi mesi.

Quante cose può contenere lo sterilizzatore per neonati

Quasi tutti gli sterilizzatori per neonati consentono di igienizzare non solo biberon e tettarelle, ma anche tiralatte, ciuccio e piccoli giochi di gomma dura. Avere uno sterilizzatore capiente significa poter sterilizzare più oggetti e non pensarci più. I più capienti possono contenere fino a sei biberon. Molti permettono di lasciare gli oggetti sterilizzati fino a ventiquattro ore. Può essere utile comprare qualche biberon in in più per sfruttare fino in fondo ogni ciclo.

Attenzione al marchio di fabbrica

I migliori sterilizzatori hanno una certificazione, un marchio riconoscibile del produttore. E questa garanzia ha un prezzo, che vale la pena pagare. L’investimento ripagherà la scelta, con funzionalità e caratteristiche qualitativamente migliori di altri che costano meno.

Da controllare, in particolare, sono i materiali certificati e BPA Free che garantiscono la sicurezza dei bambini e rispettano tutte le norme europee e italiane. Sono aspetti che hanno un valore e che potresti non trovare in articoli di marche poco conosciute. Da non sottovalutare il servizio di assistenza e cambio del prodotto che si accompagna alla certificazione, può tornare molto utile se il prodotto è difettoso.

Pratico e funzionale

Chiarite meglio le idee sulle tecnologie alla base di ogni modello, potete ora scegliere con più consapevolezza lo sterilizzatore che fa al caso vostro. La scelta è tra quello elettrico a vapore, quello a microonde o la tecnologia a freddo. Ognuno ha determinate caratteristiche che lo rendono migliore a seconda delle esigenze. Può capitare ad esempio di non avere il forno a microonde, o di voler evitare l’alimentazione elettrica. Ognuno ha i suoi gusti e i propri bisogni.

Altro elemento da valutare è il tempo che si ha a disposizione: la velocità di riscaldamento, ad esempio del forno a microonde rispetto a quello a freddo, in questo caso diventa un requisito importante nella scelta dello sterilizzatore migliore.

Anche l’occhio vuole la sua parte…

La premessa è che lo sterilizzatore deve funzionare. Detto questo, perché non sceglierne uno che sia anche gradevole? Magari preferisci qualcosa che sia in linea -perché no?- con il design e lo stile della cucina. E allora un prodotto di marca è la scelta più adatta. I produttori più famosi investono molto sul design.

Reso facile e garanzia sicura

La garanzia è la prima cosa da controllare, dopo la certificazione in linea con la normativa italiana e internazionale. La cosa più importante da controllare quando si acquista uno sterilizzatore per il biberon e gli altri accessori, è la copertura assicurativa. Dovrebbe essere obbligatoriamente specificata. Collegata alla garanzia c’è il reso, in caso di difetto. Generalmente i principali canali di commercio elettronico offrono il servizio di reso gratuito. Attenzione: conservate l’involucro originale. Considerato l’ingombro, può essere molto utile nel caso in cui debba restituire lo sterilizzatore.

Recensioni di chi è già passato prima

I siti di e-commerce mettono a disposizione dei clienti, reali o potenziali, molti feedback di chi ha già acquistato un prodotto e dice la sua per chi ha intenzione di farlo. Sono molto utili e possono aiutare ad orientare la scelta. Clicca sul banner che trovi qui sotto e scegli il miglior sterilizzatore per neonato.

prezzi e vendita migliori prodotti amazon

Altri articoli:

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.