Amazon Bimbo
Bilancia pesa neonato: quando serve, attenzione a non abusarne...
Home » NEONATO » La vista del neonato e lo sviluppo progressivo durante la crescita

La vista del neonato e lo sviluppo progressivo durante la crescita

La vista del neonato è sempre in continua evoluzione. Si assiste ogni giorno a un costante progresso visivo durante le fasi della sua crescita permettendogli di acquisire una certa sicurezza.

Il lattante scopre un nuovo senso che prima non aveva mai utilizzato: la vista.
Nei primi giorni la messa a fuoco non va oltre i 25 centimetri: giusto per identificare il viso della mamma.

Il progresso è rapido e in pochi mesi gli occhi cominciano a scoprire il mondo. Fino a alcuni anno fa si credeva che, alla nascita, i bimbi non potessero vedere nulla e percepissero solo le voci.

Il neonato vede nella pancia?

Dopo la 28esima settimana di gravidanza, il feto apre gli occhi e inizia a identificare la luce dal buio. Quando la luce transita attraverso la parete addominale, è percepita dal bimbo come un colore rossastro o viola.

Molti studiosi per questa ragione affermano che, potrebbe essere la causa per cui molti piccini amano il colore rosso.

Lo sviluppo della vista del neonato

Nei primi giorni gli occhi del neonato vedono solo il volto della mamma, quando lo prende in braccio, oppure lo allatta. È la donna che ha il potere assoluto di tranquillizzare e soddisfare il suo bambino.

La madre per il figlio sarà sempre il suo punto di riferimento e il bimbo saprà sempre che si potrà fidare della donna che gli ha donato la vita e proprio con lei con muoverà i primi passi per conoscere il mondo.

La vista nel primo mese

La vista nel primo mese di vita del bambino è piuttosto confusa. I suoi occhi non hanno ancora la funzione di mettere a fuoco un oggetto a grande distanza.

Gli occhi non lavorano insieme e capita che uno ruoti fuori dalla linea dell’altro causando il cosiddetto “strabismo neonatale”.

Questa manifestazione, però, non deve destare preoccupazione, poiché scompare nelle successive settimane di vita, quando si sviluppa la prima visione binoculare e si fortificano i muscoli che muovono e collegano l’orientamento degli occhi.

In questo primo momento la vista del lattante predilige le sagome in movimento più che quelle fisse. Lui o lei, sono attratti dal contorno degli occhi e dalla bocca della madre.

Focalizzano prima le linee curve, come il seno della genitrice, per poi interessarsi agli oggetti grandi e luminosi favorendo i forti contrasti di luce e ombra.

Il neonato perciò guarda ciò che ha necessità di vedere, evitando la confusione che, nei primi giorni di vita non gli provoca nessun interesse.

Il bambino è tanto delicato e indifeso da non avere attenzione a una visione più grande del mondo che lo accerchia, ma fin dall’inizio ha il bisogno di avere un contatto visivo con la mamma.

Il guardare la mammina nasce dal profondo legame dolce e amorevole che si instaura tra i due fin dal primo attimo di vita.

Per aiutare lo sviluppo della capacità visiva, la mamma può incitare il piccolo quando lo allatta al seno o lo tiene in braccio, dirigendo i suoi occhi verso quelli del piccolo.

In questo modo viene a strutturarsi un gioco di occhiate necessario oltre che, per la vista, anche per esortare lo sviluppo mentale e affettivo.

Dopo due-tre mesi capacità visiva del neonato

In questa fase di crescita, la capacità visiva del neonato si arricchisce molto rapidamente tanto è vero che, dopo due-tre mesi, il suo campo visivo si allarga a 30-40 centimetri anche perché ha una buona mobilità della testa.

Ora il piccino esamina con gli occhi lo spazio che lo circonda, sia gli individui che gli oggetti in movimento, sono nel suo raggio visivo.

Si incuriosisce alle differenti parti del volto umano, è richiamato dai colori forti come il rosso, il blu e il verde e dalle luci forti.

Adesso è in grado di identificare forme differenti ed ha la coordinazione dei movimenti di entrambi gli occhi che diventano sempre più fermi, sviluppando la capace di fissare a lungo i visi e di individuare quello della mamma.

La vista nel bambino fra i quattro-sei mesi

Ora gli occhi del bambino sono a metà del loro sviluppo. La visione dei colori è similare a quella degli adulti, riesce a guardare bene nel raggio di vari metri intorno a sé, scoprendo la sua capacità di mettere a fuoco le immagini che, si perfezionano sempre di più.

Si ottimizzano le sue capacità di coordinare vista con il movimento. Il bimbo nell’intervallo di quattro – sei mesi arriva a inseguire con gli occhi gli oggetti in moto, comincia ad acchiappare le cose e passa molto tempo ad esaminarli tra le sue mani.

Distingue il viso dei genitori e dei familiari e sa vedere anche le loro differenti espressioni.

Lo sguardo del bimbo tra sette mesi-un anno

Lo sguardo del bimbo in questo momento conquista la padronanza dei movimenti oculari e del funzionamento di apertura e chiusura delle palpebre.

Il periodo dei sette mesi ad un anno, possiamo dire che il figlio incomincia nell’essere un grande curiosone per questa ragione, analizza sempre più da vicino gli oggetti, esplorandoli con attenzione nei dettagli.

Il movimento dalla posizione stesa a quella seduta, dal spostasi strisciando sul ventre al gattonare e finalmente alla acquista della posizione eretta, gli permettono di affinare le sue capacità di apprendimento.

In questo modo aumentano anche le competenze visive. Giunto ad un anno le immagini gli compaiono con i contorni ben raffigurati e i colori ben definiti.

La visione da due-sei anni

A due anni il bimbo perfeziona la capacità di trovare e mettere a fuoco i particolari degli oggetti e inizia ad indicare le cose distanti… anche se sono tanto lontane da lui e di piccole dimensioni.

Alzarsi e camminare anche in questa fase diventa ogni giorno più perfetta e la percezione visiva si sviluppa sempre di più.

Vicino ai tre, quattro anni si sviluppa la capacità di arrivare a separare i movimenti degli occhi da quelli della testa e il bimbo è in grado di riconoscere tutto in modo semplice.

Ma soltanto a sei anni, il processo di maturazione dell’occhio sarà compiuto e il bambino avrà la capacità di vedere bene i dieci decimi.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.