Amazon Bimbo
Cuscino
Home » SICUREZZA E SALUTE » Cuscino per allattamento per vivere tutta la magia dei primi mesi

Cuscino per allattamento per vivere tutta la magia dei primi mesi

Le future mamme lo sanno bene: parti doloranti, dovute a posture inevitabilmente scorrette, sono all’ordine del giorno durante la gestazione. Dall’ infiammazione del nervo sciatico alla lordosi lombare. Ecco allora che il cuscino per allattamento viene in soccorso a questi piccoli disagi. Il supporto delle parti doloranti può restituire serenità, ma soprattutto il sonno alle future mamme che, per via di questi dolori, fanno fatica a trovare la posizione giusta per addormentarsi.

La gravidanza porta con sé  a uno sbilanciamento della posizione. Abbiamo già parlato di questo. Tenete conto che alcuni cuscini per la gravidanza sono utilizzabili anche successivamente.

Le posture scorrette durante l’allattamento

La neomamma viene quindi da un periodo di grande affaticamento lombare, e di fisiologica lordosi. Alleggerire il carico, durante l’allattamento, quindi, è fondamentale. Molti cuscini acquistati nel periodo della gravidanza possono essere riutilizzati anche in questa fase.

Il cuscino per l’allattamento garantisce una postura corretta e riduce la distanza tra il piccolo e la mamma che lo attacca al seno. La sua forma è una mezzaluna, o una “U”, nei modelli più grandi, e garantisce un supporto tale da evitare piegamenti scorretti e mal di schiena, così da dare un sostegno mirato laddove è necessario.

Come utilizzare il cuscino per l’allattamento

Il cuscino ,come sostegno per l’allattamento, si pone intorno alla vita per poter sostenere il piccolo in posizione sopraelevata, senza appesantire le braccia. Per proteggere il cuscino da eventuali rigurgiti, questi prodotti sono generalmente dotati di una doppia federa, da sfilare con una zip.

Il cuscino per alleviare il mal di schiena in gravidanza e nell’allattamento

Il mal di schiena è uno dei principali disturbi per le future e neo mamme, che mette a repentaglio il riposo notturno. Difficile scamparla: questo disturbo è talmente comune da colpire una donna su due. Ma niente paura, perché il cuscino aiuta davvero ad alleviarlo e a dare sollievo e comfort. Per chi è in dolce attesa è ha fastidio nella zona lombare, un dolore posteriore pelvico o semplicemente se non si riesce a dormire bene, può trovare sollievo proprio grazie a questo supporto.

I vantaggi del cuscino per allattare

Il cuscino per allattamento è pensato per evitare di assemblare vari cuscini per trovare una posizione giusta per riposare, che sia a letto, sul divano o sulla poltrona. I cuscini polifunzionali accompagnano la mamma durante la gravidanza,  dando sollievo alla schiena, e nell’allattamento. Ma anche dopo: questi prodotti, i cui modelli sono ampiamente disponibili sui principali siti di ecommerce, sono infatti molto versatili. Possono essere utilizzati dopo l’allattamento, quando il bambino è più grandicello, come paracolpi o riduttori per il lettino. Alcuni sono infatti dotati di laccetti per legarli in sicurezza alle sponde del lettino. Alcuni modelli, poi, consentono di chiudere tutte le parti con quattro laccetti, per ottener un maxi cuscino su cui far sdraiare il piccolo, per tenerlo vicino in tutta sicurezza.

Come abbiamo già avuto modo di ricordare, non va sottovalutata, così come durante l’allattamento, l’importanza di una postura corretta anche in gravidanza. Soprattutto durante il riposo. A guadagnarne è la qualità del vostro sonno. Vi sveglierete più serene. E senza appesantimenti sulla zona lombare.

Perché preferire il cuscino per allattamento

Il cuscino da allattamento sarà insomma un alleato prezioso per le neomamme. Attenzione: quando inizia ad allattare il piccolo, spesso la neomamma è portata a pensare che qualsiasi cuscino sia sufficiente come supporto, per evitare di sovraccaricare le braccia, e garantire, fattore non secondario, una corretta respirazione.

Non è così. Le caratteristiche vanno valutate tutte con grande attenzione. Fatta la scelta giusta, non tornerete mai più indietro! Le differenze con un cuscino studiato ad hoc per questo delicato momento sono grandissime. E non potrete più farne a meno.

Quanto tempo si trascorre mediamente ad allattare al seno

Nei primi mesi di vita del piccolo, si allatta in media dalle otto alle dodici volte al giorno. Le poppate, come le neomamme ben sanno, possono durare anche tre quarti d’ora. Ecco allora che un cuscino in grado di rendere l’allattamento meno faticoso, assicurando la giusta postura, diventa più che importante: indispensabile. Aiuterà a prevenire dolori al collo, alle spalle e alla schiena. Il comfort e il supporto assicurato faranno in modo che il cuscino sia apprezzato non solo durante l’allattamento, ma in tutti i momenti in cui si desidera tenere il piccolo stretto a sé. Anche papà, nonni e babysitter apprezzeranno questo accessorio per cullare il nuovo arrivato.

Come scegliere quello giusto

Il costo si aggira sui 60 euro. Il consiglio è di scegliere quelli polifunzionali, che vadano bene cioè sia per la gravidanza che per l’allattamento. Proprio perché così importante, il cuscino da allattamento deve essere scelto con cura, prestando attenzione ad alcuni parametri fondamentali. La forma innanzitutto, perché il bebè deve trovarsi sempre nella posizione corretta, mantenendo il collo dritto, sempre rivolto verso il petto della mamma. Se sembra che il neonato sia troppo in alto, oppure che possa affondare troppo in basso, meglio scegliere una forma diversa di cuscino. Si può optare per la forma a mezza luna o quella circolare. Dipende anche dai gusti perché alcune preferiscono i cuscini curvi per l’allattamento, così come c’è chi preferisce quelli più solidi e più piatti. La forma varia anche in base al tipo di corpo della mamma e alla posizione di allattamento preferita.

Forme speciali del cuscino per allattamento

A ognuno il suo cuscino per allattamento, quindi. Le esigenze possono essere le più disparate. Alcune neomamme, infatti, preferiscono lasciar cadere il cuscino non appena finita la poppata. In questo caso, l’eventuale presenza di gancetti o lacci, può apparire poco confortevole. Alcune neomamme, poi, preferiscono un cuscino che cinga la vita. Magari con cinture a strappo, così da poterlo indossare mentre camminano per la casa, e in modo tale che sia pronto in qualsiasi momento per la poppata.

I cuscini speciali

Se l’esigenza è di allattare due gemelli, niente paura. La soluzione c’è anche per loro. Sui principali siti di ecommerce, infatti, non mancano cuscini per gemelli, come vedremo in seguito, o ancora quelli proposti per mantenere il bimbo in posizione semi-eretta, come valido aiuto per il reflusso.

I materiali giusti

I materiali con cui vengono realizzati i cuscini di allattamento possono variare molto. Sono un aspetto fondamentale per la qualità del prodotto, oltre che per la validità del supporto e la facilità di lavaggio. Generalmente le fodere esterne sono realizzate in cotone, in poliestere sintetico oppure in cotone organico, o ancora in varie percentuali di questi stessi materiali. Le imbottiture interne vanno da materiali sintetici come poliestere e schiume, a materiali naturali come il grano saraceno. In base all’utilizzo sarà bene scegliere il cuscino con i materiali più adatti, valutando il costo. Vale la pena spendere qualcosa in più, ma garantirsi materiali naturali, con certificazione di assenza di sostanze chimiche e anallergici, oltre che atossici.

prezzi e vendita migliori prodotti amazon

La praticità del cuscino per allattamento

Attenzione alle poppate itineranti, perché il piccolo allattato deve nutrirsi: evitate quindi troppe distrazioni, soprattutto dopo i quattro mesi, quando la curiosità aumenta esponenzialmente. Ai suoi occhi l’ambiente circostante è ricco di stimoli nuovi.

Si può optare per un modello pieghevole, da portare sempre con sé. Il cuscino portatile, in questo contesto, è l’ideale: crea cioè una sorta di schermo tra lui e il mondo esterno che lo attende per essere esplorato. Ma solo una volta che la poppata è finita.

La pulizia del cuscino è fondamentale. Bastano infatti poche poppate perché il cuscino si riempia di macchie dovute ai residui di latte e alla saliva del piccolo. L’igiene a ogni utilizzo deve essere garantita. Per farlo, il cuscino deve essere facilmente lavabile. E per rendersi la vita più semplice, deve essere possibile farlo in lavatrice. Leggete quindi, anche nella descrizione del prodotto da acquistare sui principali canali di ecommerce, le istruzioni per un corretto lavaggio.

Alcuni modelli sono lavabili a macchina anche senza necessità di estrarre la federa. Dipende molto anche dalla capacità della lavatrice: non trascurate, nella scelta, anche questo aspetto.

Se il materiale è di gomma piuma, l’ingombro è notevole. Ma il lavaggio è consentito anche a macchina. Diverso il discorso per le imbottiture naturali: queste sono invece controindicate per il lavaggio. In questo caso normalmente le case produttrici consigliano di sfilare l’involucro esterno.

Valutati tutti questi aspetti, la scelta migliore potrebbe ricadere comunque su un prodotto sfoderabile.

Non mancano poi i modelli resistenti alle macchie liquide. Ciò che conta è trovare l’opzione giusta, che coniughi completa igiene e praticità dell’utilizzo per la mamma. E comfort per il piccolo.

Le varie tipologie di cuscini per l’allattamento

Il cucino per accompagnare questo momento magico è importante: il piccolo si sentirà avvolto e voi sostenute. Ciò non toglie che l’allattamento è anche un momento molto faticoso, soprattutto perché molto frequente. Bene arrivarci preparate. Il cuscino è un alleato che può rivelarsi prezioso. Spazio quindi a relax e comodità. Non solo: questo cuscino può essere usato anche dopo l’allattamento, per sostenere il piccolo da seduto e per seguirlo nel gattonamento. Il cuscino da allattamento favorisce la postura corretta del neonato durante la poppata facilitando peraltro la sua digestione, e permette alla mamma di stare comodamente appoggiata senza dover gravare sulla schiena. Le saranno evitati così spiacevoli dolori. Nei negozi di articoli per l’infanzia non c’è ancora grande scelta, quindi l’opzione alternativa è cercarlo online.

Da cosa è composto il cuscino per l’allattamento

I materiali come abbiamo già accennato devono essere atossici, non sintetici e adatti a un piccolo dalla pelle molto sensibile, per evitare irritazioni e allergie. Un materiale sintetico è da sconsigliare. Meglio allora scegliere optare per quelli  naturali, come il cotone. I migliori, ma anche più costosi, sono quelli in pula di farro e miglio. E poi ci sono quelli che hanno proprietà di termoregolazione che garantiscono un tepore anche in inverno.

Se sono gemelli c’è il cuscino per allattarli insieme!

Allattare due bambini insieme non è impossibile: anzi, garantisce ai piccoli continuità e alla mamma un momento di riposo tra una poppata e l’altra. Esistono delle soluzioni per chi ha avuto un parto gemellare: il cuscino studiato ad hoc per questi casi è un supporto importante e dà sollievo alla schiena della neomamma. Questo cucino ha una forma circolare: una sorta di cintura che la mamma si lega intorno alla vita e su cui può appoggiare i due bebè contemporaneamente, offrendo il seno all’uno e all’altro insieme. Questi cuscini sono adatti anche se l’allattamento viene fatto con il biberon. Occhio comunque alla postura corretta, quando si posizionano e quando ci si alza. Servirà pur sempre il supporto di un altro adulto per evitare cadute e movimenti bruschi.
prezzi e vendita migliori prodotti amazon

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.