Amazon Bimbo
Data parto
Home » GRAVIDANZA » Calcolo data parto: scopri il giorno presunto di nascita

Calcolo data parto: scopri il giorno presunto di nascita

Calcolo data parto: è una procedura semplice da eseguire anche per le non addette ai lavori? Beh, tutto sommato sì.

Certo, la cosa risulterà sicuramente più semplice per un ginecologo, un ostetrico o per chiunque abbia dimestichezza con la questione, ma noi non ci facciamo impaurire.

Gli addetti ai lavori possono beneficiare della cosiddetta rotella ostetrica o di precisi calendari della nascita oppure ancora delle app elettroniche in cui inserire soltanto la data di inizio dell’ultimo flusso mestruale registrato.

Alcuni fanno il conteggio a mente o avvalendosi semplicemente di un po’ di carta e di una matita. E noi? E noi vediamo di carpire i loro segreti…

Non c’è niente di certo!

Calcolo data parto: dietro a queste tre parole non si nasconde mai alcuna certezza ma soltanto una probabilità più o meno alta di indovinare. Anche il più bravo dei ginecologi infatti fornirà delle stime, delle date presunte, delle previsioni insomma che possono essere precise o meno.

Solitamente le future mamme che nell’arco della loro vita fertile hanno sempre fatto i conti con un ciclo ridotto rispetto ai 28 giorni di media, partoriranno un po’ prima del tempo preventivato. Niente di eclatante, si tratta di ore o tutt’al più di qualche giornata, ma è bene non farsi mai cogliere impreparate.

Diverso è il discorso per tutte le donne che invece sono solite avere dei cicli lunghi: i loro bimbi se la prenderanno con calma e nasceranno, in questo caso, ore o giorni dopo rispetto a quanto previsto da ginecologi, rotelle ed app.

Se invece la futura mamma ha sempre avuto dei cicli perfettamente regolari, molto probabilmente avrà la fortuna di conoscere la sua creatura nei tempi stabiliti, quindi. Attenzione però: a prescindere dal proprio gruppo di appartenenza, dalla fine della trentottesima settimana di gestazione la gravidanza è da ritenersi del tutto conclusa. Il piccolo insomma è già formato, grosso ed in salute. Il travaglio quindi potrebbe essere dietro l’angolo ed anche in questo caso sarebbe bene farsi trovare pronte.

Come calcolare la data del parto

Abbiamo già detto che esistono diversi modi per calcolare, la data presunta del parto. Iniziamo dal calendario della nascita. Si tratta di un foglio suddiviso in linee orizzontali. Queste possono essere colorate con due tinte diverse, poniamo il caso che si usi il rosso ed il blu.

Le righe in rosso riporteranno i vari mesi dell’anno ed i giorni di cui si compone. Le righe in blu invece restituiranno ancora l’indicazione dei i vari mesi ma stavolta raggruppati in coppie.

Qui verranno elencati anche i giorni tra cui ricercare la data presunta del parto. Per usare questo marchingegno basterà segnare un puntino sulla striscia rossa in corrispondenza del giorno e del mese in cui si è registrato l’ultimo flusso mestruale.

A quel punto si percorrerà il foglio in verticale fermandosi sulla striscia blu sottostante. Quella indicata sarà la data presumibile per il parto. Se questo metodo vi piace poco, potete ricorrere a carta e penna, ma non pensate di semplificarvi la vita.

Procuratevi un foglio a quadri su cui disegnerete la bellezza di una quarantina di rettangoli il cui lato più lungo sarà sempre quello verticale. Ognuno di essi sarà largo sette quadretti e dovrà distanziarsi dal successivo di due quadretti. Come avrete capito i 40 rettangoli simboleggiano le 40 settimane di gestazione e corrispondono per altro a 280 giorni.

Sul primo quadretto del primo rettangolo collocherete la data in cui ha avuto inizio il vostro ultimo periodo di flusso mestruale. Spostatevi sul foglio di 40 settimane. L’ultimo quadretto del rettangolo di riferimento indicherà la data del parto.

Magari questo metodo non attira le future mamme, ma l’idea può essere riciclata in un altro senso: disegnate tutto ciò che è stato descritto in precedenza e riportate sui fogli le fasi salienti della vostra gravidanza: dal giorno del primo calcio al momento in cui avete scelto il nome, dalla prima nausea all’inizio delle contrazioni.

Infine, un ultimo trucchetto per scoprire il giorno presunto di nascita: considerate 9 mesi e aggiungete una settimana dal giorno in cui è iniziata la vostra ultima mestruazione (per esempio: il flusso è arrivato per l’ultima volta l’1 di novembre. Vostro figlio, con buona probabilità, nascerà l’8 di agosto).

Altri articoli che ti potrebbero interesare:

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

  • In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.